Home » Itinerari Salentini

Itinerari Salentini

Calimera (Le) – La Pietra della Fertilità

In una piccola chiesetta campestre, dedicata a San Vito, il giorno di Pasquetta si svolge un curioso rito di origine pagana.

Ogni persona presente deve passare attraverso il foro della grossa “pietra della fertilità”, infissa sul pavimento della chiesetta, per assicurarsi la purificazione dal peccato,

il benessere e la guarigione da malattie fisiche, ricca figliolanza e per scongiurare i pericoli del parto ed augurarsi un anno di fertilità.

Continua a Leggere

Melendugno (Le) – I Faraglioni di Sant’Andrea

Torre Sant’Andrea è una località premiata più volte con la Bandiera Blu per la limpidezza delle acque.

Un riconoscimento conferito dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione.

I faraglioni sono scogli rocciosi a forma di picco che emergono dall’acqua in prossimità della costa.

Continua a Leggere

Torre Chianca (Le) – Il Fiume Idume

Un fiume nel Salento?

Forse non tutti sanno che i fiumi scorrono anche nel Salento.

Partendo dalla sorgente dell’Acquatina, passando nel cuore di Lecce, sotto al maestoso castello Carlo V, il fiume Idume sfocia nei mari di Torre Chianca,

offrendo ambienti e colori assolutamente insoliti rispetto ai nostri paesaggi e sicuramente degni di nota.

Continua a Leggere

Veglie (Le) – Monteruga, il paese Fantasma

Monteruga è un borgo nato in epoca fascista, dallo sviluppo dell’omonima masseria.

Circa trent’anni fa, in questo posto, sembra che il tempo si sia fermato, trasformando una fiorente azienda agricola in un paese fantasma.

Il posto appartiene al comune di Veglie ed è ben segnalato dalle indicazioni stradali inserite recentemente.

Continua a Leggere

Guagnano (Le) – Vincent City

« C’è un solo sistema per disarmare tutto un esercito: la fede in Dio, l’Arte con i suoi colori e il sorriso dato a piene mani alla gente di tutto il mondo.»

Nei pressi di Guagnano, in mezzo ad una distesa di vigneti, si scorge in lontananza la casa di Vincent Brunetti, meglio nota come VINCENT CITY.

Si tratta di un pittore salentino che immerso nella natura e nel silenzio trova ispirazione per i suoi dipinti e per la realizzazione della sua “abitazione”.

Continua a Leggere

Acaya (Le) – Castello di Acaya

Nel 1294 Carlo II D’Angiò donò Segine (antico nome di Acaya) a Gervaso di Acaya, valoroso capitano, la cui famiglia la possedette per tre secoli.

Nel 1506 Alfonso di Acaya costruì il nucleo più antico del Castello; suo figlio Giangiacomo nel 1535 la fece cingere di mura, fece fortificare il castello con baluardi, bastioni e fossato e diede al villaggio un piano urbanistico.

Morto Giangiacomo nel 1575, il feudo di Acaya passò al Regio Fisco e successivamente, nel 1608,

Continua a Leggere

Il Salento sotterraneo tra storia, cultura e religiosità

È un itinerario affascinante ed inusuale quello che vede il turista e non solo, visitare tra i luoghi tipici della terra Salentina, anche le numerose cripte,

la maggior parte delle quali di origine bizantina. Tale derivazione testimonia la lunga ed influente dominazione da parte dell’impero bizantino,

la quale ha lasciato tracce indelebili e tuttora visibili nel territorio del sud Italia, in particolare quella che fu la Magna Grecia.

Continua a Leggere