Home » Notizie » Salento tra due mari: alla scoperta del territorio.

Salento tra due mari: alla scoperta del territorio.

Nel Salento il sole vi bacia tutto l’anno.

Il fascino dell’arte, l’ottima cucina mediterranea e l’ospitalità sincera vi accolgono in un paesaggio da sogno, dalla costa adriatica con le marine di MelendugnoSanta Cesarea Terme e Otranto, allo Ionio che bagna Porto CesareoPortoselvaggio e Gallipoli.
Qui il Medioevo si colora d’Oriente e antiche filastrocche in “griko” risuonano nella Grecìa Salentina, come a Melpignano, dove antichi ritmi diventano musica contemporanea nella Notte della Taranta.
Siete nella penisola verde tra due mari, terra magica in cui misteriosi dolmen e menhirindicano il cammino, nascosti tra gli ulivi e i muretti a secco nelle campagne tra Giurdignano e Minervino di Lecce, dove sorgono antiche masserie oggi trasformate in affascinanti strutture ricettive.

A passo di trekking, andate alla scoperta di chiese paleocristiane e frantoi ipogei e non perdete lo spettacolo naturale delle grotte marine di Castro e Santa Maria di Leuca.
Una passeggiata a Lecce è un viaggio nel barocco, tra chiese e palazzi ricamati nella pietra, cortili, giardini segreti e la sorpresa di un anfiteatro romano nel cuore della città.

Brindisi, invece, potete visitare due castelli e godervi il panorama sul lungomare Regina Margherita.
Nei borghi si svelano le botteghe artigiane di cartapesta e pietra leccese e sulla tavola stanno tutti i sapori del Salento, da accompagnare con ottimo vino locale: la “tria”, pasta fatta in casa preparata con i ceci, saporite verdure selvatiche e dolci prelibati come il “pasticciotto” dal cuore di crema e lo “spumone”, ottimo gelato artigianale.

Stupisce e incanta il Salento, un teatro a cielo aperto di merletti barocchi e fantasie di terracotta.

Lasciatevi conquistare dalle città d’arte.
Camminate con il naso all’insù a Lecce per ammirare le magiche architetture del barocco e fate tappa a Galatina per osservare da vicino uno dei più importanti cicli di affreschi medievali in Europa; e basta spostarsi più a sud per ritrovarsi nel parco megalitico più grande d’Europa, tra misteriosi dolmen e menhir.

Comments are closed.